Parafrasi Leopardiana.

Dalle “Operette morali” di Giacomo LEOPARDI.

Dialogo della MODA e della MORTE, per Soprano e Mezzosoprano.

In Do magg.

(a 5 in coro)

Moda. Ma-da-ma Mor-te,
          ma-da-ma Mor-te.

In Do Min.

(A solo)

Morte. Aspe-tta che sia l’ora,
          e ve-rrò sen-za che tu
          mi chia-mi.